Autori

--

Autori C'è 1 prodotto.

Sotto-categorie

  • Francesco Fusca
    Francesco FUSCA nasce a Spezzano Albanese (Cosenza) il 13 febbraio 1948. Vive in Calabria, soprattutto; è, però, Cittadino del mondo, da sempre.
    Docente, Capo d’istituto, Ispettore del Ministero P. I. - I. U. R., Fusca, ormai da anni, si autodefisce: Poèt - Shkrimtàr ka Spixana / Poeta - Scrittore di Spezzano Albanese.
    I suoi studi e le sue ricerche, in particolare:
    (a) sulla Cultura della Disabilità; (b) sulla Dispersione scolastica; (c) sulla Cittadinanza europea (Educazione alla Giustizia; Diritti umani; Cultura della Solidarietà; …); (d) sull’Intercultura (con profondo appassionato orgoglio per l’Arbёreshità degli Albanesi d’Italia, che ha interpretato -dappertutto- da protagonista negli ultimi decenni, anche in nome e per conto dell’incarico ministeriale per la Legge n. 482/99); (e) sull’intreccio felice -fecondo e creativo- di Pedagogìa e Letteratura: un filone di ricerca di cui è un convinto creativo ‘apripista’; -
    le sue collaborazioni con alcune Università italiane e la sua produzione letteraria (in particolare, poetica, pedagogico-didattica, saggistica, di Letteratura per l’infanzia, …); -
    il suo costante indefesso lavoro di moltiplicatore culturale in/su tutto il Territorio nazionale, con gli Operatori della Scuola e con gli Operatori del socio-culturali, perché convinto che con la Cultura -capitale invisibile- si mangia e come…; …, fanno del Poeta/Scrittore spezzanese una delle figure più in vista dell’odierno paesaggio socio-culturale del nostro Paese.

  • Dario Broch Ciaros
    Dario BROCH CIAROS nasce a Torino nel 1963 e, sin dall’età di 12 anni,  -per merito del papà che gli regala una reflex-  s’appassiona alla Fotografìa.
    Diplomato da perito fotografo nel 1983, si appassiona alla Fotografìa paesaggistica.
    Da sempre affascinato dal Mondo femminile, inizia nel tempo anche a dedicarsi al ritratto e al glamour, specializzandosi nel settore. Da qui arrivano i primi successi, che in breve lo porteranno a partecipare e a vincere numerosi concorsi fotografici, fino alla grande decisione di far diventare una definitiva professione quello che era una sorta di hobby.
    Dal 1998 svolge quindi la propria attività nel campo della Moda e dello Spettacolo in Italia e, in particolare, a Torino, dove si presta anche come Docente di Fotografìa presso alcune prestigiose Fondazioni.
    Collabora assiduamente con il brand Nikon, in qualità di NPS e master per ciò che concerne Corsi di Fotografìa online, e gestisce workshop itineranti in Italia legati alla Fotografìa negli stili che predilige.

    Testimonial internazionale per il brand Elinchrom, consulente esterno della ditta Apromastore srl, collabora anche con associazioni Onlus dedite gli aiuti umanitari in Africa, dov’è stato più volte grazie alla collaborazione intrapresa con il Wwf.
    Al suo attivo ci sono Calendari e Mostre internazionali, varie pubblicazioni e citazioni su Riviste nazionali e due Monografie contenenti i suoi scatti e le sue immagini.
    www.dariobrochciaros.it

  • Pino Marasco
    Giuseppe Marasco, autore di libri per ragazzi, si è occupato per anni di difficoltà dell'apprendimento, lavorando come pedagogista nell'Unità di Neuropsichiatria Infantile dell'Azienda Sanitaria di Rossano (CS). Attualmente insegna nella scuola secondaria di primo grado e continua a scrivere per bambini e ragazzi, cercando di costruire, con i suoi libri e le sue fotografie, quella che lui chiama "la didattica delle meraviglie".

  • Gennaro Madera
    Gennaro MADERA nasce il 5 marzo 1998 a Sondrio, in Valtellina, dove rimarrà però solo per pochi mesi. Cresce a Cariati (CS) in Calabria, paese a cui si sente molto legato. Ha studiato presso il Liceo Scientifico "Stefano Patrizi" di Cariati, diplomandosi con eccellenti voti nel luglio 2016, vincendo, nello stesso anno, anche il concorso di poesia "Antonio Sallustio". Tra le passioni del poeta troviamo il calcio, sport che pratica regolarmente e fin da bambino, la letteratura, italiana e latina principalmente, e la filosofia.

  • Teresa Vacirca
    Teresa VACIRCA è nata a Gela (Cl), nel 1958, ha studiato a Catania dove si è laureata in Biologia nel 1980. Insegna Matematica e Scienze per una di quelle stranezze che si ripetono spesso nella sua vita; in effetti le sue passioni erano le lingue e la letteratura. Passioni che continua a coltivare insieme a molte altre, quali: i viaggi, il tango, la musica, il bridge, la natura e tante altre ancora.

  • Clelia Rimoli
    Clelia Rimoli vive e lavora a Corigliano Calabro (Cs). Scrive da più di venti anni. Ha collaborato a diversi periodici con articoli su tematiche esistenziali. E' co-autrice di "Pizzicalaluna", Collana di testi scolastici per la Scuola Primaria, edita da Loffredo, Napoli. Nel 2000 ha pubblicato la raccolta di poesie Profumi di ricordi con la copertina della pittrice Maria Credidio e le presentazioni di Pierfranco Bruni e Franca Pinto Minerva. Nel 2006 ha pubblicato la sillogie "Per mia madre" per le Edizioni MeEduSA.

  • Eduardo Apa
    Eduardo APA Eduardo Apa (1930) è nato a Terranova da Sibari (CS) e del mito leggendario della Terra Sibarita egli fu ispirato sin da giovane, quando studente liceale prese a frequentare la storia locale. Suggestiva fu per lui la lettura di classici come il Verga e autori raffinati come Raoul Maria De Angelis. Costruttore di un certo successo e piccolo industriale, Eduardo Apa non ha mai smesso di interessarsi all'arte, letteraria e pittorica, e alla ricerca di storia patria. Nel suo mondo sibarita, dove egli vive e lavora, Apa ha ambientato tutte le sue storie, ricavate, attraverso i ricordi mediati o personali, da vicende di vita un tempo vissuta. Apa narratore non si è rifatto a qualche filone letterario, cercando di assecondare l'ispirazione agli umori delle più amate letture, considerandosi uno scrittore occasionale. Non nell'accezione negativa desanctisiana, ma nel senso della eccezionalità della sua scrittura. Forse proprio per questo, la sua narrativa esce dai tradizionali schemi e luoghi della letteratura calabrese, così intimamente pregna di messaggi sociali e aspirazioni pedagogiche. In Apa noi troviamo momenti di vita del mondo contadino, senza però alcun impegno didascalico, con un distacco e un'originalità stilistica che ne testimoniano la maturità artistica. Con edizioni expressiva ha finora pubblicato Il mondo di Giustino (2016) e Terranova Sacra (2017).

  • Costantino Bellusci
    Costantino BELLUSCI, arbëresh di Plataci, diacono dell’Eparchia di Lungro (CS) e docente di Religione nelle scuole medie ed elementari. Ha conseguito il Diploma di Scienze Religiose nell’Istituto Teologico di Lungro, il Magistero nell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Cosenza ed ha continuato gli studi nell'Istituto Teologico Pontificio di Catanzaro e nella Pontificia Università Lateranense di Roma per il conseguimento del Baccellierato in Sacra Teologia. Ha studiato anche Lettere Moderne all’Università della Calabria. Si interessa di Storia delle Tradizioni popolari e di linguistica; studia, soprattutto, le parlate albanesi d’Italia ed ha pubblicato un Dizionario illustrato sull’idioma albanese del suo paese. Inoltre, insieme alla dott.ssa Flavia D’Agostino, sta curando la realizzazione di un’ Opera Omnia “Arbashkuar” (Arbërishtja e bashkuar: lingua arbëreshe standard e comparata), in venti volumi, di cui finora sono stati pubblicati, oltre a questo, i primi due volumi sulla storia e le parlate arbëreshe delle Comunità italo-albanesi del Pollino Calabrese (Acquaformosa, Civita, Ejanina, Firmo, Frascineto, Lungro, San Basile) e sulla storia e le parlate arbëreshe delle Comunità italo-albanesi della Sila greco-albanese – “Destra Crati” (Macchia Albanese, San Cosmo Alb.se, San Demetrio Corone, San Giorgio Alb.se, Santa Sofia d’Epiro e Vaccarizzo Alb.se) comparata con altre parlate arbëreshe e con la lingua shqipe d’Albania, sia nelle parole comuni che nelle varianti. É stato tutor ai Progetti PON delle Scuole Pubbliche e docente ai corsi di Alfabetizzazione di lingua albanese/arbëreshe dell’Istituto Comprensivo di Francavilla Marittima – Plataci e, oggi, dell’Istituto Comprensivo di Villapiana – Plataci. Ha partecipato, come docente di lingua arbëreshe e come corsista, ai Convegni e ai Seminari di Formazione sull' innovativa "Metodologia CLIL” (Content and Language Integrated Learning) nella Scuola dell'Infanzia e Primaria", svolti dal Dipartimento di Scienze per il Linguaggio dell' Universita "Ca' Foscari" di Venezia e organizzati dalla Rete interregionale "Locale Lingua Infanzia" del MIUR per le Scuole di Minoranza Linguistica (Legge 482/99). Ha anche preso parte al Seminario e al Corso di Formazione "Pod-cast - Lingue e Multimedia" ad Udine. Ha svolto, anche, una collaborazione nel Dipartimento di Linguistica - sezione di Albanologia - dell’Università della Calabria con compiti di supporto alle attività dell’Osservatorio Provinciale per le Minoranze Linguistiche. Nel 2013, inoltre, ha frequentato all' Unical un "Corso di formazione per Operatori culturali e scolastici di aree minoritarie della Provincia di Cosenza". Dirige la rivista mensile arbëreshe “Bashkë”, di cultura e attualità; collabora con altre riviste arbëreshe e quotidiani su cui scrive articoli di storia e di lingua arbëreshe. Ha pubblicato: “Poesie e scritti inediti di Pedagogia del prof. Carlo Brunetti”, tipolitografia Jonica - Trebisacce, 1990; “Don Ciccio il buono”, in collaboraziopne con il prof. Francesco Giorgio, Grafiche Panìco - Galatina, 1995 e “Plataci: cronologia storica dal Medioevo ad oggi”, tipolitografia Jonica Galasso - Trebisacce, 1999. Inoltre, ha realizzato, con F. Gramisci, un Cd multimediale sulla storia, il folclore e la lingua di Plataci e, con F. Santamaria, un Cd multimediale sulla storia, il folclore e la lingua di Castroregio e Farneta.
  • Flavia D'Agostino
    Flavia D'AGOSTINO arbëreshe di Civita, laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne, indirizzo europeo, all’Istituto Universitario Orientale di Napoli. Ha svolto, come docente di lingua albanese, un corso di Alfabetizzazione per gli alunni della scuola media di San Basile ed ha pubblicato, nel 1997, assieme all’Assessore alla Cultura di San Basile, 2 CD Rom sul recupero delle tradizioni popolari di San Basile e sulla catalogazione dell’iconografia bizantina dei paesi arbëreshë del Pollino: Acquaformosa, Civita, Ejanina, Firmo, Frascineto, Lungro e San Basile. Ha frequentato un corso di “Operatore Culturale in Area Albanese dell’Italia Meridionale” organizzato dalla Comunità Europea. Ha prestato servizio come docente di lingua italiana ai “Corsi di Formazione per Immigrati Albanesi, dal 04-06-1997 al 09-09-1997, e successivamente, dal 16/06/1999 al 07/10/1999, organizzati dall’A.I.A.D.I. (Associazione Insegnanti Albanesi d’Italia) con sede a Lungro. Ha insegnato lingua francese, presso l’I.T.C. “Manzoni” di Marano di Napoli, nell’anno scolastico 1992-93. Ha seguito un corso di “Didattica delle Lingue Straniere” presso l’Università di Roma “La Sapienza” con un esame finale ed ha conseguito (il 16/01/05), presso l’Università di Potenza, il Master di Operatore Culturale in Area Arbëreshe, con la votazione di 110/110. Ha collaborato con la rivista arbëreshe “Katundi Ynë” e nell’anno scolastico 2001-2002 ha svolto, presso l’Istituto Comprensivo di Lungro, un corso di formazione di lingua arbëreshe per docenti ed ha pure insegnato la stessa disciplina nella scuola elementare di Spezzano Albanese, mentre nella scuola media di Lungro è stata consulente esperta. Attualmente insegna l’ arbëresh a Civita e a Frascineto ed è responsabile dello Sportello Linguistico del comune di Civita. Nel 2005 ha pubblicato l’opuscolo “Xëmi Arbërishtin”, nel 2007 ha pubblicato “Nga me ne”, Vademecum del turista, e nel 2008 il cd rom “Mirë se na erthëtit Çivit”.
  • Lucia Scuteri
    Lucia Scuteri nasce nell'Antico Borgo Medievale di Badolato (CZ) il 15/07/1962. Si diploma presso l'Istituto Magistrale "Maria Ausiliatrice" a Soverato (CZ) nel 1979. Si laurea in "lingue e letterature stranere" nel 1986 a Bologna, città che già la vede in quegli anni giovane interprete e traduttrice in varie fiere internazionali. Sceglie la Scuola Primaria, i giovani discenti e le metodologie didattiche come oggetto di studio, ricerca e sperimentazione sin dalla stesura della sua tesi. Nel 2012 diventa Dirigente Scolastica. Ha pubblicato per Edizione MeEduSA i volumi "Conoscenza, Comunicazione e Identità" e "Scuola, famiglia e società in cammino".

  • Giuseppe Cuda
    Giuseppe Cuda Nato a Cariati. in provincia dì Cosenza. il 19 Ottobre del 1998. A pochi mesi dalla nascita si trasferisce a Perugia, dove rimarrà fino all'età di otto anni. per poi fare ritorno nella terra nativa. a Mandatoriccio (Cs). paese della Presìla. dove oggi attualmente vive. Ha studiato presso il Liceo scientifico "Stefano Patrìz:ì" dì Cariati, diplomandosi nel Luglio 2017.
    Nel Dicembre 2016 ottiene il suo primo riconoscimento letterario vincendo il concorso "Mìgraz:ìonì poetiche". nel Maggio 2017 vince il concorso dì poesia "Antonio Sallustìo" e nell'Agosto dello stesso anno. al "Concorso lnternaz:ìonale di Poesia inedita - Il Federiciano". ottiene il riconoscimento come "Poeta Federiciano". Oltre alla poesia. figurano tra le passioni del poeta. la filosofia, la letteratura. la politica e il diritto.

Mostrando 1 - 1 di 1 articolo
Mostrando 1 - 1 di 1 articolo